le gite di quest'anno
02/04/2018 -02/04
“SENTIERO DELLE ARTIGLIERIE AUSTRO-UNGARICHE"
15/04/2018 -15/04
ANELLO DI CASERA DAVASS (m.890)
29/04/2018 -29/04
CASERA CERESERA (m. 1347) …..alla ricerca del “motore alpino”
13/05/2018 -13/05
MONTE CESEN (m. 1570)
27/05/2018 -27/05
BIVACCO CASERA CAMPESTRIN (m.1649)
03/06/2018 -03/06
MONTE FIOR (m.1824)
17/06/2018 -17/06
PASSEGGIATA IN MEMORIA DI MARIAROSA
01/07/2018 -01/07
FESTA DELLA MONTAGNA a CASERA BETA
14/07/2018 -15/07
“DALL’ALPE DI SIUSI AL RIFUGIO BOLZANO”
29/07/2018 -29/07
PASSO ANTERMARUCOL (m.2334)
26/08/2018 -26/08
PIZ DE LAVARELA (m.3055) e PIZ DLES CONTURINES (m. 3064)
09/09/2018 -09/09
CIMA DELLA CALDIERA (m. 2124) e MONTE ORTIGARA (m. 2106)
23/09/2018 -23/09
FOCHET DEL FOCOBON (m.2240)
07/10/2018 -07/10
“TERIOL LADIN”
28/10/2018 -28/10
FALLER e il POM PRUSSIAN
Legenda:
Gita ancora da fare
Prossima Gita
Gita già effettuata
Immagini sulla gita

Quando sono indicate 2 date si intende che la gita ha durata di 2 o più giorni



Area riservata
Utente
Password
 
 
12/06/2016
“SCALON” di S. ANTONIO e RIFUGIO DAL PIAZ (m.1993)
Vette Feltrine
 
DESCRIZIONE
Proponiamo questo percorso per il suo prevalente interesse paesaggistico, botanico (Buse delle Vette), geologico e antropico.

Dal paese di Aune (m.891), un antico sentiero di pastori risale il Valon de Aune seguendo il segnavia Cai 810.
La valle si presenta cinta da una serie di pareti lisce e verticali tagliate da cenge erbose e solcate da camini che sembrano precludere a qualsiasi passaggio: un paesaggio affascinante nel quale è difficile distinguere il tracciato che ci porterà alla sommità della bastionata. Dopo una nicchia con una “Madoneta” (m.1475), procediamo sulla sinistra lungo un canale sassoso, giungendo ad una selletta erbosa (passo di S. Antonio, m. 1807). Ora il sentiero, su comode cenge, scende fino a quota 1670 m. circa e raggiunge un punto panoramico mozzafiato sulla borgata di Aune. Proseguiamo in lieve salita e raggiungiamo l’estremità meridionale della Busa di Monsampian (grande croce in legno). Nella “busa” sono da notare, oltre alla vegetazione rigogliosa, dei notevoli fenomeni carsici (fessure, solchi, inghiottitoi) sviluppatosi in seguito al ritiro del ghiacciaio che ne ha modellato il paesaggio, mentre sulle rocce affioranti (rosso ammonitivo) è facile scoprire fossili di ammoniti. Passiamo per la malga di Monsampian (m.1902) e imbocchiamo la mulattiera militare (costruita nel 1918) per dirigerci verso il rifugio Dal Piaz. Aggirato un crinale entriamo in una seconda conca (Busa de Cavaren – fontana per l’abbeverata del bestiame; da notare l’estesa colata detritica sotto le pendici del m. Pavione colonizzata da una ricca flora) e, continuando verso est, entriamo nella successiva Busa de val de Caneva (m.1946) per poi raggiungere il rifugio Dal Piaz (m.1993). Non ci resta ora che calare lungo l’agevole mulattiera militare (segnavia Cai 801) e, raggiunta quota 1625 (Col dei Cavai) l’abbandoniamo per imboccare il sentiero sulla destra che (a q.1520 c.) lasciamo per raggiungere la Piana de Orza (m.1100 c.- interessante la caratteristica costruzione con il tetto a “gradoni”). Imboccata la carrareccia sulla destra della casera, incrociamo una strada forestale e, piegando a sinistra, rientriamo ad Aune.

Cartografia: carta TABACCO 023
 
Immagini a commento

partenza da Crece d'Aune

oltrepassato il passo S.Antonio

dalla Busa di Monsampian

da forcella Pavione verso San Martino

in vista del rifugio Dal Piaz

discesa e rientro a Aune
 
SCHEDA INFORMATIVA
partenza ore 6,00 parcheggio Centro Commerciale Bennet - Pieve di Soligo
mezzo auto proprie
equipaggiamento da escursionismo normale
difficoltà EE – escursionisti esperti
dislivello salita m. 1100 c.
dislivello discesa idem
 
PROMOTORI telefono
Elena e Devis 347.0511866 - 347. 5723353
Carla 338.8807840
 
 
 
Immagini riprese dai partecipanti

passo S.Antonio

l'escursionista Mariam

Casera Mosanpian

da passo del Pavione 2059 m vista Fiera di p.

sempre presenti...

sulla Busa di Cavaren

Rifugio Dal Piaz 1983 m

Passo V.tte Grandi verso Cima Dodici
 
 
Stampa la pagina
 
Gruppo Natura Prealpi - gnpre@libero.it QdpWebDesign (C)